Monday, February 20, 2006

BARNES & NOBLE


Oggi vi accompagnero’ in un viaggio fantastico e pieno di effetti speciali, all’interno di uno dei tanti Barnes & Noble Bookstore

, “l’Ateneo” dove si formano le menti degli Americani. E’ qui, infatti, che inalano la cultura e si appropriano delle conoscenze necessarie per lo sviluppo della società e dell’individuo e acquisiscono la professionalità per diventare saggi leader di un mondo giusto e umano.
La sezione più affollata e’ naturalmente quella delle riviste. Un via vai continuo di gente che si affanna alla ricerca del sapere con volti, talvolta, sofferti per lo sforzo fisico di accaparrarsi l’ultimo numero di “Celebrity” o “People” in cui si racconta di quante volte Brad Pitt si cambia le mutande in un mese e del nuovo lifting di Farrah Fawcett, ormai allo stato di degenerazione della materia.
Nell’area bar, gestita da Starbucks, si servono caffé con l’acidità’ del vetriolo, mentre c’e’ chi banchetta con frattaglie che si e’ portato da casa. Impossibile trovare una sedia libera neanche all’apertura. Sicuramente in molti hanno trascorso la notte dormendo sul bancone per assicurarsi una postazione.
Passare da una sezione all’altra e’ un percorso ad ostacoli dal momento che vige la regola del campeggio libero, per giunta la gente bivacca sulla moquette in compagnia di acari e zecche che ne approfittano per farsi uno spuntino. Delle vere e proprie schiere di studiosi armati di computer, notes e lapis passano la giornata ad analizzare testi del tipo: “Trattato decisivo sulla morte di una foglia di platano caduta in un tombino” o “Enciclopedia illustrata dei giochi gonfiabili”.
Il fermento e’ considerevole.
Si aprono tavole rotonde per capire se i peli della barba di Tom Cruise crescono ogni giorno in ugual misura e si creano gruppi di lavoro che discutono se e’ meglio un uovo oggi o una gallina domani e sull’enigmatico detto: “Campa cavallo che l’erba cresce”
Le mamme portano i bambini a leggere libri sui loro eroi preferiti: “La spugna Bob” e “Harry Potter”.
Ci sono poi i dissidenti che per dimostrare tutta la loro ostilità passano la giornata al cellulare seduti sul termosifone, intrattenendosi in lunghe conversazioni con il jingle di un customer care e gli alternativi che non si levano mai il berretto di pelliccia sintetica foderato di pile e masticano chew gum come una vigogna
Tenere le coppiette che cercano ispirazione nella sezione erotismo.
Dopo tutta questa attività celebrale arriva il momento di andare alla cassa e naturalmente quelli del marketing, consapevoli di tutto questo spreco di energie, ti fanno sfilare a fianco del display della cioccolata GODIVA.

10 Comments:

Anonymous Matteo said...

Ti ci vorrebbe un monumento solo per il fatto che ci mostri come è veramente quella che qua è sempre immaginata come la perfetta società americana. In più scrivi anche benissimo e fai morire dal ridere. CIAO!

6:08 AM  
Blogger Nikita said...

Grazie 1000! Fa' piacere sentire che qualcuno si diverte leggendo le mie avventure. Naturalmente questa e' la parte ironica poi ci sono tante cose che ammiro molto di questo paese.

8:30 AM  
Blogger Terence Hughes said...

Qulae B&N e' questa? Sembra quella vicina a me, alla Terza strada e la via 54a...

It really pisses me off that you can never get a seat there, sono squatteraccioni.

7:42 PM  
Blogger Nikita said...

Eh, gia' e' proprio quella. Quella all'interno del CitiCorp Building. By the way, qual e' il tuo vino preferito?

11:03 PM  
Anonymous greta said...

strand book store mi piaceva un casino!!!
Beata te che sei a ny...altro che Milano!!
Complimenti per il tuo blog, fa davvero ridere
Ciao, Greta

11:13 AM  
Blogger Nikita said...

greta: ciao Greta! Grazie per il commento che mi hai lasciato. Anche a me piace Strand Book, ogni tanto ci vado. E' sempre imbottito di gente.

11:33 PM  
Anonymous Anonymous said...

Vorrei solo che tu sapessi che c'è un tizio in myspace.com che copia tutti i tuoi post e li fa suoi... google... grazie di esistere... l'ho beccato l'idiota!!!

7:56 AM  
Blogger Nikita said...

anonimo: grazie per l'informazione. Ho fatto alcune ricerche ma non ho trovato niente. Potresti darmi qualche elemento in più o il link?

6:33 PM  
Anonymous Anonymous said...

Lui è qui:

http://profile.myspace.com/index.cfm?fuseaction=user.viewprofile&friendid=96805108

Sappi comunque che per vedere i "suoi" bollettini devi essere sua "friend" oltre che iscritta a myspace.com altrimenti dal link che ti ho dato non puoi vedere più di tanto.

Forse è meglio che cancelli i miei post visto che il signorino ti fà visita spesso.........

Cancellami ma rispondimi se vuoi altre informazioni io capirò........

6:00 PM  
Anonymous Placida Signora said...

Dovresti scrivere una guida turistica "speciale" ;-D!

9:57 AM  

Post a Comment

<< Home