Wednesday, October 11, 2006

DEXTER


Ieri sera sono tornata a casa con un bel bottino di guerra. Una lotta all’ultimo sangue, con scene cruente e spaventose, lividi e graffi. Praticamente, passavo di lì e dei tizi vestiti da macellaio hanno insistito per consegnarmi un dvd e una bottiglia di acqua sponsorizzata da un serial killer. La nota pulp, però c’era, stampata sull’etichetta della bottiglia e la cover del cd.
Ad ogni modo, carica d’eccitazione per la merce ricevuta, non vedevo l’ora di tornarmene a casa a visionare il mio nuovo dvd, accompagnando la visione con qualche sorsata di quell’acqua benedetta.
Oplà mi piazzo comoda, comoda sul divano e infilo il dischetto nel computer. Tataaaaaaa! Attacca la musica, la tensione sale e naturalmente…arrivano i trailers, immancabili come la muffa sul gorgonzola, che innescano subito acidità di stomaco e disattivazione dell’avanzamento veloce. In parole spicciole, se vuoi arrivare al “nocciolo”, te li devi guardare tutti dal primo all’ultimo tra gli spasmi e l’umore nero.
Ok, ci siamo, si parte. Innanzitutto si tratta di una nuova serie televisiva, poliziesca. I titoli di testa finiscono. Flash su Miami. Appare il protagonista. Un bel primo piano mentre guida e zoomata sulla sua collezione privata di escrescenze cutanee e le basette alla Emerson Fittipaldi. La voce dell’uomo verruca si introduce come narratore interno sulla falsariga dell’Ortis foscoliano. Riflessioni elevate, sature di passione e spregiudicatezza:
- Mi piace il cibo cubano. Uhm, il sandwich con la carne di maiale e’ il mio preferito ma ho fame di qualcos’altro.
Così per sfamarsi trapana la testa ad un maestro di coro, noto serial killer pedofilo. E voilà, adesso si sente proprio bene.
Signori e signore questo e’ Dexter, il protagonista, di professione poliziotto e serial killer. Nuovo eroe della stagione autunno/inverno 2006 mutuato dalla letteratura gotico-romantica tipo dottor Jeckyll, Dracula & co., rivisto, corretto e mediato per il pubblico americano. La storia e’ semplice. Una dannata storia di gente fatta a pezzi, torturata, prosciugata del sangue e impachettata, con un andamento adrenalinico simile a quello del coma vegetativo.
Sullo sfondo si delineano alcune relazioni di antagonismo e il dramma esistenziale di Dexter che non e’ interessato a fare sesso. Insomma una galleria di personaggi affascinanti e terribilmente fotogenici con la carica emotiva di un’ameba e la recitazione da Oscar del patronato.

8 Comments:

Anonymous masso said...

Dato che prima o poi (prima, temo) arriverà pure da queste parti, continuo a chiedermi dove vada spostato il concetto di "pornografia", dato che le varie associazioni di pseudomoralisti scalpitano se in tv passa "9 settimane e 1/2" mentre tacciono compiaciute di fronte a violenze efferate e gratuite. Da come lo racconti tu, e non faccio fatica a crederti, sembra un "Miami vice" a mano singola (capisciammè) intinta in una pozza di Wes Craven.....

4:19 AM  
Blogger francesca said...

dio che roba...
direi che non mi ispira proprio per nulla!!!

6:51 AM  
Blogger rudido said...

geniale anzi americano!

11:35 AM  
Blogger il maiale ubriaco said...

Oh Dio...che panico! Ma come lo racconti è troppo forte. Ste-

5:29 PM  
Anonymous Oby said...

Un po' di sana violenza gratutita.. cosa vuoi di piu dalla vita? Beh scerzi a parte bisogna vedere se è strutturato bene, la violenza da sola non va da nessuna parte, ma magari con delle buone basi e giustificazioni..non so se avrà successo, bisonerà aspettare i ritorni di critica. Cmq ora che l'hai fatto presente rizzerò le antenne.

6:03 PM  
Blogger Nikita said...

masso: immagino sia un modo per addestrare futuri serial killer e criminali.
francesca: se vuoi ti mando il dvd.
rudido: molto!
radclanne: grazie Ste. Piu' che panico era un gran palla.
oby: eh, gia' a caval donato non si guarda in bocca.

12:56 AM  
Anonymous Felson said...

Una sorta di trait d'union tra "American psycho" e "The hostel"? Forse una spruzzata di "Frankenstein junior" avrebbe giovato!

12:50 PM  
Blogger Nikita said...

felson: bah, non saprei. Posso solo assicurarti che non vedro' altre puntate.

12:45 AM  

Post a Comment

<< Home