Friday, July 14, 2006

TUTTI AL MARE


Parata di mappamondi flaccidi e cellulitici, addomi adiposi corredati di salvagente naturale, coltivato con cura da anni di pasti da McDonald’s, Subway, Sbarro e KFC, pelle dal colore violetto, esposta al buco nell’ozono quando il sole e’ allo zenith e soggetti dal fare grottesco che cercano tesori con il metaldetector, mentre la troupe di Baywatch scorazza sulla Jeep e richiama all’ordine tutti gli scalmanati che, animati da un incontenibile desiderio di eroismo, stanno facendo il bagno in una zona che e’ stata dichiarata esente del servizio di salvataggio e sulla quale vige un severissimo divieto di balneazione.

Signori questa e’ Jones Beach, meta dei pendolari da spiaggia che dalla City raggiungono, via autostrada con coda assicurata durante tutto l’arco della giornata, questo paradiso naturale guarnito da quasi 11 chilometri di spiaggia dalla sabbia chiara e che si affaccia sull’oceano Atlantico, le cui acque sono semplicemente …glaciali.

























.

5 Comments:

Anonymous masso said...

Posto splendido, a giudicare da come ne parli e dalle bellissime foto che corredano le tue parole. Soprattutto se paragono il tutto con lo squallore dei lidi ferraresi/comacchiesi dove devi fare ore di colonna per arrivarci, per trovare da parcheggiare, per pagare il pizzo di ombrellone e sdraio (l'alternativa è una specie di discarica spacciata per spiaggia libera), e alla fine rifiutarti di entrare in una pozzanghera unta e putrida che solo molta fantasia puo' definire "mare". Ovviamente, dopo che l'olfatto è distrutto da creme solari e odori delle friggitorie degli stabilimenti balneari.
(perchè c'è divieto di balnezione,lì? Onde pericolose o c'è dell'altro?)
Saluti!

2:21 AM  
Blogger Nikita said...

masso: diciamo che le foto che ho fatto non hanno preso in considerazione la mostruosa massa di umani che avevo alla spalle. Comunque devo ammattere che il posto e' molto piu' bello e sicuramente piu' selvaggio della nostra riviera adriatica.
Il divieto di balneazione non ha niente a che vedere con la pericolosita' delle acque, c'e' perche' questo e' un paese democratico al quale piace piazzare divieti ovunque e farli rispettare con la forza.

8:22 AM  
Anonymous Valentina said...

Quando sono stata all'acquario a Coney Island ho visto il mare...l'oceano...come tutto in America è enorme anche lui e la spiaggia era talmente grande, per non parlare del lungomare!!!Peccato che ci fosse poca gente perchè era un giorno feriale, avrei volentieri visto l'americano tipo in spiaggia..sicuramente meglio di Ostia, che questo fine settimana avrò il piacere di vedere e vivere (paura).Io comunque il divieto di balneazione non l'ho visto, ora riguardo le foto e controllo meglio!!!

7:45 AM  
Blogger Nikita said...

valentina: il divieto di balneazione non credo esista a Coney Island, e' una regola in vigore sulla costa di Long Island che si estende per chilometri e non e' tutta coperta dal servizio di salvataggio, cosi' e' permesso immergersi solo nello spazio delimitato dalle bandiere verdi.

3:55 PM  
Anonymous Valentina said...

in effetti le torrette alla baywatch le ho viste :-)...pamela anderson mi pare di no invece!!

5:37 AM  

Post a Comment

<< Home