Monday, July 24, 2006

SAN FRANCISCO


Bah, non saprei…yep…ma sì, sì la città della grande illusione e’ una bella città. Certo che si e’ dovuta adeguare alla struttura delle organizzazioni moderne, passando per l’amministrazione Reagan e quella della famiglia Bush; del concetto della società alternativa non se n’e’fatto più niente. Gli hippy che ricamavano fiori colorati sui jeans, appollaiati sulle spiagge e si abbandonavano al culto dell’orgasmo multiplo, dopo essersi fumati una quercia secolare, si sono sbarazzati della barba, le collane di fiori, dei sandali indiani e si sono accaparrati le posizioni migliori nelle grandi corporation, in barba al grande ideale di cambiare il mondo. Il tempo libero lo passano dallo psicanalista e a scolarsi delle gran bottiglie di gin. C’est la vie! Al Rinascimento segue sempre una fase di rigidità durante la quale le libertà ottenute si perdono e anziché un bel paio di alette bianche ci si ritrova con una pesante palla al piede. Poi, e’ arrivato Terminator, noto anabolizzato hollywoodiano e assiduo frequentatore di festini con ricchi premi in cocaina e orge oltre ogni limite, con il suo piano per raddrizzare lo stato e mettere al bando tutte le “femminucce”, magari riaprire le porte di Alcatraz ai cattivi e tenere a dieta gli squali che infestano la baia, non si sa mai, qualcuno volesse farsi una nuotatina e andarsene alla chetichella.
Ad ogni modo non mi sono persa il concerto dei leoni di mare sul molo 22, gran bella performance, un crescendo di ululati che mi ha colta di sorpresa e ho scambiato per gli acuti di Ramazzotti, e la gita sul cable, rischiando di essere sbalzata fuori da un orda di turisti che in preda ad un raptus fotografico scattavano foto all’impazzata all’asfalto.

9 Comments:

Blogger el Niño said...

Mitico Terminator!!! sei proprio fortunella a poter girare gli states e analizzare le stranezze dei nostri amici di oltreoceano... mi piace la tua satira, continuerò a seguire i tuoi post, visto che condivido l'aggettivo 's'cadente per la società degli yankees!!! ciao...

8:30 AM  
Blogger rudido said...

peccato però.. ho sempre sentito di essere un "hippy" mancato (per una questione temporale: sono nato 10 anni dopo la fine del movimento...), pensavo beh.. a 40anni mi farò crescere i capelli e mi trasferisco a S.F...

stato corrente: disilluso :-)

ps: mi sa che i leoni marini sono molto meglio ramazz

9:22 AM  
Anonymous masso said...

Ritratto ironico di una generazione passata troppo in fretta dai pulmini VW ai Defender, dalla droga come liberazione ai centri di liberazione dalle droghe, senza cessare una dipendenza...
In quanto al sedicente cantante Eros, per me ha problemi non curabili di adenoidi....

11:12 AM  
Blogger Nikita said...

el nino: Ciao! Benevenuto a bordo! Oddio, qui di stranezze ce ne sono in abbondanza. E' difficile starci dietro.
rudido: mi sa che il tuo sogno e' sfumato perlomeno in quel di Cisco.
Assolutamente d'accordo con te riguardo i gorgheggi di Eros.
masso: sai com'e qui tutto e' super veloce. In quanto a Eros...adenoidi e...polipi alle corde vocali.

3:37 PM  
Blogger marica said...

Oh!!! I leoni di mare!!!
Quelli li ho visti e sentiti anch'io...nel vdeo girato da un'amica (che gioia i filmini delle vacanze, eh?)
e ho visto anche tanta, tanta nebbia!!!

7:19 PM  
Blogger Nikita said...

marica: si', San Francisco e' la citta' delle nebbie, molto peggio della pianura Padana.

12:04 AM  
Anonymous giovanni said...

Sì, Frisco sarà anche la città della nebbia, ma farei volentieri "a cambio" con la nostra maledetta pianura padana!

Complimentsss per il blog, ti seguirò!

1:04 PM  
Blogger Nikita said...

giovanni: ciao Giovanni! Benvenuto! Gia' la pianura Padana e' terribile in fatto di nebbia.

11:00 PM  
Anonymous Anonymous said...

THANK YOU FOR YOUR BLOG DEAR

هيمة القلوب
منتدى هيمة القلوب
اسلاميات
برامج كمبيوتر
الترفيهي
الاسرة

5:45 AM  

Post a Comment

<< Home