Thursday, August 17, 2006

IL TOCCO DEL BAMBU'


Dopo l’esperienza raccapricciante del massaggio cinese

, ho deciso di cambiare salone di bellezza, bando ai suggerimenti della naturopata, decido di optare per qualcosa di meno esotico ma, possibilmente, dove abbiano qualche basilare nozione d’igiene.
Mentre me ne stavo con il naso per aria ad ammirare il “Flatiron” building, rinnovato e lustrato a nuovo, inciampo in un cartello che parla di massaggi, bambù, olii aromatizzati, piacere sfrenato, relax, musica…, così per farmi un bel regalo d’agosto, decido di entrare e chiedere uno dei loro miracolosi trattamenti. Al bancone Brad Pitt ventenne e’ al telefono. Mi vede, sbatte gli occhioni azzurri, e sfoggia una parata di denti bianchissimi. Chiedo qualche informazione sulla “specialità della casa”, il massaggio al bambù e Brad mi dice che e’ una tecnica importata dalla Francia, molto rilassante ed efficace. Francia? Dev’essere un retaggio delle colonie in Indonesia - penso-. Ad Ogni modo sembra che sia l’unico posto in tutti gli Stati Uniti in cui viene praticato, il che mi da’ da pensare.
Al pianterreno, dove si dislocava il settore “barba e capelli”, una parata di gay e vecchie dalla pelle simile alla carta geografica delle Alpi in rilievo, stavano seduti su sedie girevoli plagiati dalle mani di acconciatori eunuchi
L’amico Brad mi conduce al secondo piano, attraverso una maestosa scala dal sapore Liberty, non dimenticandosi, naturalmente, di sfoggiare i suoi denti immacolati e perfetti, frutto di 10 anni di apparecchio ortodontico, per tutto il tragitto. Mi lascia davanti ad una porta e mi dice di entrare e prepararmi.
Entro. Stanza vuota, pareti verde muschio invernale, atmosfera morbida e avvolgente, musica rilassante di sottofondo e temperatura glaciale da stecchire un pinguino. Mi preparo in attesa delle “mani esperte” che dovrebbero sistemarmi le ossa e penso che una termocoperta potrebbe essere un gran bell’ optional assieme ad un punch caldo
Dopo un po’ la porta si apre e compare Nikita, un angelo biondo dalle mani di fata che mi ricorda molto Ivan Drago in abiti da animatore della Valtur. Per tutta la durata del trattamento, Nikita, non dice una parola, intento ad armeggiare con lo stecco di bambù i miei meridiani, eliminando la tensione e regalandomi il tono muscolare di Veronica Campbell
A fine seduta mentre si richiude la porta alle spalle mi dice:
- ho finito -, già, mi sembrava di averlo intuito.
Beh, direi che questa volta e’ andato tutto bene.

4 Comments:

Blogger doppiafila said...

E il freddo? E il bambú, come lo manovrava? E Brad Pitt? Era gay? Dettagli, dettagli!!! :-)
Saluti, Doppiafila

9:32 AM  
Blogger Nikita said...

Eh, eh, il freddo, me lo sono tenuto addosso fintanto che sono uscita. Brad Pitt mi dava l'idea di essere dalla sponda giusta ma...chissa'...usciendo l'ho visto conversare in maniera romantica con Nikita!
Il bambu' viene rullato sullo corpo mentre con le estremita' che sono aperte si aprono i meridiani a mo' di ventosa.

11:57 PM  
Anonymous gattasorniona said...

Avrei tentato di farmi massaggiare da Brad Pitt, non si sa mai... A me piace molto il massaggio Thailandese ma, ora che ci penso, ho provato solo questo e non ne conosco altri.

4:09 AM  
Blogger Nikita said...

gattasorniona: a me è toccato "ti spiezzo in due"!

5:19 PM  

Post a Comment

<< Home