Wednesday, September 06, 2006

LETTURE SUL TRENO

Sensazionale! Incredibile! New York e’ la città dei letterati, degli eruditi. Una popolazione di dotti e illuminati, seguace di Bacon e Montaigne, che a bordo dei potenti mezzi della MTA, trasforma la cognizione acquisita in saggezza. Basta entrare in metropolitana per capire la portata del fenomeno. Centinaia di persone chine sui libri come monaci tibetani, che sfruttano ogni momento per indottrinarsi. Una ciurma di intellettuali chiusi nel loro piccolo mondo traballante su rotaie. Tutti animati dalla vocazione dell’intellettuale riformatore, dell’intellettuale versatile, appassionato lettore di Shakespeare e ammiratore del generale Grant

. Tutti concentrati su quelle righe tremolanti che si dilatano, si rimpiccioliscono sembrano sparire dentro un bicchiere di orzata, l’importante e’ non perdere la concentrazione e gustarsi le avventure di Calvin & Hobbes camuffate da “Fenomenologia dello Spirito”. Veramente sexy le teen-ager, che per trovare la giusta concentrazione fanno delle mongolfiere con le big bubble al gusto di guava e litchi. Tra le letture preferite, c’e sicuramente Harry Potter, in versione tascabile e visibilmente ridotta, e le pocket edition su temi altamente formativi, come:
“Sulla vita, l’attivita’ e il corto circuito dell’androide Martin in servizio come tecnico pirotecnico sul pianeta Marte”, oppure “Vizi e virtù di un cane randagio”. Molto gettonati anche gli opuscoli delle agenzie immobiliari e la rivista Star che ci aggiorna settimanalmente sullo stato di salute di Liz Taylor e il suo maltese e sul colore di capelli di Britney Spears.
Il massimo dell’entusiasmo si nota durante la lettura del quotidiano “El Diario” da parte dei discedenti dell’impero Inca. A qualunque ora della giornata si addormentano dopo pochi secondi, risvegliandosi dopo un po’, per i sobbalzi e gli annunci in lingua creola, con l’espressione di un pugile che e’ stato steso da un jab.

9 Comments:

Anonymous masso said...

...no, sto troppo ridendo per scrivere qualcosa di sensato..quando scrivi così -e lo fai spesso- si puo' solo assimiliarti...
(ma è ancora viva Liz Taylor? credevo agli zombies...)

9:10 AM  
Blogger rudido said...

purtroppo questo virus impazza anche nella metropolitana "de roma".. e per chi fino a poco tempo fa la prendeva apposta per osservare le persone la situazia è ancora più triste... niente libri da queste parti, tutti a leggere free press (aggiungo diignobile qualità giornalistica :)

10:06 AM  
Anonymous vania said...

idem a milano! anche se qui, cosa ancor più triste, mi capita sempre più spesso di vedere addirittura gente china sul portatile (...) intenta a lavorare anche durante il serale ritorno a casa! mah... Ps. ciao Nikita, ben ritrovata!

10:41 AM  
Blogger Nikita said...

masso: sono contenta di portare un po' di buon umore. Si', si' quella cariatide di Liz Taylor e' ancora viva, nonostante l'alcol le abbia obnubilato il cervello.
rudido: oh, le free press sono pessime, qui abbiamo "Metro" che pero' ha di buono che da' qualche informazione alla massa di cosa succede in citta' e nel mondo.
vania: ciao Vania, tutto bene?
Oh, guarda quella del portatile ovunque, e' una vera ossessione. Scommetto che se lo portano anche in bagno.

6:05 PM  
Anonymous Felson said...

"Metro" c'è anche qui a Milano.
Comunque Calvin & Hobbes rulez!

6:50 PM  
Anonymous gattasorniona said...

ciao nikita! durante il mio ultimo viaggio a londra mi sono portata un mattone di s.king appositamente per leggerlo nella metropolitana. a firenze il "tube" non c'è e l'esperienza mi mancava, non posso mica leggere mentre vado in bici o in motorino...

2:00 PM  
Blogger Nikita said...

gattasorniona: e ...come e' stata l'esperienza?

3:30 PM  
Anonymous gattasorniona said...

poi non ho letto un cavolo, la novità era troppo forte!

2:19 PM  
Anonymous alex said...

Beh...
i primi tempi sulla metro ti diverti a guardare le persone, i loro comportamenti, dopo un pò di rompi!
Meglio chi legge, che gli ebeti con l'ipod.
Quelli mi fan davvero tristezza!
Ciao,
alex

10:15 PM  

Post a Comment

<< Home